MANIFESTO_ GAM PER LA CITTA’

Obiettivo. Attraverso questo manifesto GAM esprime l’esigenza di costruire una visione condivisa del futuro della città, una meta che tutti gli attori del processo intendano perseguire, elaborando una linea guida che sia la base da cui derivare specifici interventi.

Metodo. Il raggiungimento dell’obiettivo è possibile attraverso: la partecipazione diretta del cittadino; l’utilizzo di strumenti open source e open content; l’istituzione di procedure concorsuali di tipo aperto; l’impegno programmatico della pubblica amministrazione; la collaborazione intercomunale e tra enti.

1. PIANO STRATEGICO
1.1 Superamento del Piano Regolatore Generale, P.R.G. , attraverso la redazione di un Piano Strategico, P.S., in quanto solo un disegno strategico può consentire ad obiettivi e azioni quella dinamicità e flessibilità necessari ad adattarsi alle differenti situazioni.
1.2 Consumo di suolo Zero.

2. PARTECIPAZIONE
Istituzione di uno Urban Centre, quale simbolo di coordinamento tra azione privata, linea pubblica e cittadinanza, in uno spirito partecipativo e di trasparenza.

3. MOBILITA’
3.1 Redazione di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, P.U.M.S. , che garantisca:
– uno spostamento a piedi ed in bicicletta sicuro, efficiente ed integrato con l’attuale mobilità urbana (zone 30, bike sharing, etc) ;
– un vero servizio di Trasporto Pubblico Locale, T.P.L. , conveniente, specialmente in termini di offerta, e concorrenziale all’auto;
– integrazione dei parcheggi collettori esistenti con il T.P.L. ed il sistema integrato di mobilità;
– una campagna di comunicazione e sensibilizzazione efficace.
3.2 Revisione della mobilità urbana, rapportando viabilità (automobile) e altri mezzi di locomozione (P.U.M.S).

4. ACCESSIBILITA’
4.1 Elaborazione di un sistema di segnaletica turistica e stradale coordinata, che indichi:
– i punti di ingresso alla città (mappe e informazioni chiare in posizioni strategiche);
– l’offerta culturale cittadina (punti di interesse);
– la localizzione dei parcheggi collettori (posizioni, orari, tariffe, collegamenti con il centro).
4.2 Facilità di raggiungimento dei luoghi da parte degli utenti più deboli, quali anziani e disabili.

5. VUOTI URBANI
5.1 Mappatura e catalogazione degli edifici pubblici in disuso, finalizzata all’individuazione dell’offerta e della domanda.
5.2 Ideazione di stimoli ed incentivi per l’occupazione dei vuoti pubblici e privati all’interno del centro storico.

6. SPAZIO PUBBLICO
6.1 Analisi e catalogazione degli spazi aperti, individuandone potenzialità e debolezze, al fine di intraprendere un processo di valorizzazione dell’esistente.
6.2 Elaborazione di un progetto di arredo urbano integrato, in grado di rapportarsi con il luogo.
6.3 Revisione dello spazio verde cittadino, in un’ottica di riorganizzazione sistematica ed integrata del verde dalla scala territoriale, a quella urbana e di quartiere.